mario scappaticcio, @maticciofive

Allenatore ed ex giocatore di pallavolo.
Appassionato di tecnologia, informatica ed informazione.
volleyresearch.it
teamlabsystem.it
matesevolleycamp.it

  • volleyresearch.it : ricerca e pallavolo come metodologia volta alla collaborazione per un miglioramento sostenibile.
  • teamlabsystem.it : intranet di comunicazione per lo scambio dei dati e delle informazioni nei dettagli dei progetti all'interno del Team.
  • matesevolleycamp.it : i camp estivi dedicati alla pallavolo per ragazzi e ragazze dai 7 ai 18 anni.

[ad_1]

Pro Trek WSD F20

Un anno dopo il WSD-F10, Casio aggiorna la sua gamma di orologi estremi con un nuovo modello dedicato a chi ama l’avventura all’aria aperta. Il Pro Trek WSD-F20 è la naturale evoluzione del suo predecessore. Innanzitutto cambia la scocca, ora più estrema e un po’ più in linea con la famiglia dei classici Pro Trek: è adatta alle attività all’aria aperta, anche grazie alla conferma della certificazione militare per la resistenza all’usura e all’immersione fino a 50 metri: è più leggero di quanto ci si possa aspettare, tanto da non risultare fastidioso al polso neanche a fine giornata.

Casio Pro Trek WSD-F20 (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)
(Foto: Maurizio Pesce / WIRED)

La dotazione tecnica rimane la stessa, con bussola, barometro e sensore della temperatura, oltre a Wi-Fi e Bluetooth 4.1 a basso consumo. In questo modello, però, Casio ha aggiunto una funzione assente sul F10 e richiesta a gran voce da tutti gli utenti: il modulo GPS integrato, e la possibilità di navigare le mappe a colori sullo schermo dell’orologio, anche offline. Il Pro Trek WSD-F20 è infatti in grado di scaricare le mappe sulla memoria interna, per non perdere la posizione anche in assenza di campo, per assicurare così grande autonomia durante le giornate all’aria aperta.

Lavorando anche con il sistema satellitare russo GLONASS e con il giapponese Michibiki, la funzione Location Memory registra automaticamente e con precisione i propri percorsi e con un solo tocco permette di salvare una posizione GPS sul proprio orologio.

Casio Pro Trek WSD-F20 (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)
(Foto: Maurizio Pesce / WIRED)

Si può scegliere tra una trentina di segnalibri diversi, briciole digitali per segnare punti di interesse non disponibili sulle mappe tradizionali, pericoli, punti di ristoro o semplicemente il luogo dove hai lasciato la macchina prima di intraprendere il sentiero. Nonostante il display relativamente piccolo, navigare le mappe e i punti di di interesse rimane comunque abbastanza semplice e intuitivo. Grazie al microfono integrato, poi, si possono anche salvare note vocali geolocalizzate.

Casio Pro Trek WSD-F20 (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)
(Foto: Maurizio Pesce / WIRED)

Il display LCD da 1,32 pollici ha ancora risoluzione 320 x 320 offre ancora la tecnolgia Dual Layer, ovvero la sovrapposizione di due strati, uno monocromatico — per indicare l’ora, guadagnare leggibilità sotto al sole e risparmiare batteria — e uno a colori per visualizzare mappe, dati di misurazione e contenuti provenienti dalle app dedicate aggiunte da Casio alla classica dotazione di Android Wear 2.0. E sono davvero tante, con un’interfaccia interamente ridisegnata per esaltare le funzioni esclusive da mettere in secondo piano applicazioni classiche, e inutili da aprire su uno smartwatch, come il calendario e la rubrica dei contatti.

Innanzitutto, Casio ha aggiornato l’app per tracciare le attività sportive.

Casio Pro Trek WSD-F20 (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)
(Foto: Maurizio Pesce / WIRED)

Si possono così misurare durata e intensità di escursioni, pedalate in bicicletta, nuoto e altri sport acquatici, sci e altri sport invernali, offrendo anche alcune funzioni specifiche, come la velocità massima raggiunta sulle piste da sci.

Pro Trek WSD F20Con Moment Link si può visualizzare in tempo reale la posizione sulla mappa dei membri del proprio team, purché abbiano collegato il Pro Trek a uno smartphone Android: come tutti gli Android Wear, anche il WSD-F20 può funzionare anche con iOS, ma questa particolare funzione è l’unica a non essere attiva se usato insieme a un iPhone. Con Moment Setter, invece, si possono ricevere notifiche dei momenti più importanti per la propria attività, come gli orari di alba e tramonto, l’alta o la bassa marea, o la possibilità di fare una pausa prima di un tragitto particolarmente impegnativo.

Con l’app Exilim Conroller, infine, si può connettere il Pro Trek a una fotocamera digitale Casio e usare lo smartwatch come telecomando per registrare filmati o scattare foto a distanza.

Pro Trek WSD F20

Ci sono poi un paio di quadranti aggiuntivi rispetto alla classica dotazione di Android Wear: Location fa risaltare le funzioni di mappe e GPS, mentre Traveler consente di visualizzare le informazioni preferite per lanciare l’app corrispondente con un solo tocco del quadrante.

Casio Pro Trek WSD-F20 (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)
(Foto: Maurizio Pesce / WIRED)

Pro Trek WSD-F20 è disponibile da oggi, in nero o in arancione: il prezzo di 499 euro lo posiziona nella fascia medio-alta degli smartwatch, a metà strada tra i classici Android Wear e gli orologi di lusso, ma la quantità di funzioni offerte lo rende sicuramente tra i prodotti più interessanti sul mercato per chi cerca qualcosa di più di un modo per avere le notifiche al polso.

The post Pro Trek WSD-F20, la prova in anteprima dello smartwatch per chi ama l’avventura appeared first on Wired.

[ad_2]

Source link

Related Post

support
icon
Cerchi aiuto?
Close
menu-icon
Support Ticket

Pin It on Pinterest

Shares
Share This