mario scappaticcio, @maticciofive

Allenatore ed ex giocatore di pallavolo.
Appassionato di tecnologia, informatica ed informazione.
volleyresearch.it
teamlabsystem.it
matesevolleycamp.it

  • volleyresearch.it : ricerca e pallavolo come metodologia volta alla collaborazione per un miglioramento sostenibile.
  • teamlabsystem.it : intranet di comunicazione per lo scambio dei dati e delle informazioni nei dettagli dei progetti all'interno del Team.
  • matesevolleycamp.it : i camp estivi dedicati alla pallavolo per ragazzi e ragazze dai 7 ai 18 anni.



Da qualche giorno, come vi abbiamo segnalato, Netflix non compare più sui Play Store dei dispositivi Android con il root. Dopo quanto annunciato durante il Google I/O 2017, potrebbe essere solo l'inizio di un fenomeno di portata ben maggiore non solo per gli appassionati di #modding, ma per chi possiede smartphone Meizu, Xiaomi, Zuk e che, in generale, non offrono il Play Store preinstallato (attenzione, che questa parola è molto importante).

Sono stati tanti gli aggiornamenti per i servizi software di Google; molti nel nome dell'intelligenza artificiale, molti altri nel nome della sicurezza. La Google Play Console, il servizio che serve agli sviluppatori per pubblicare e gestire le loro app e giochi sul Play Store, ha ricevuto tra le altre novità il Catalogo dispositivi. Questo servizio permette agli sviluppatori di nascondere i loro prodotti su diversi dispositivi in base a determinati criteri – quantità di RAM, SoC, risoluzione del display e, ciò che ci interessa in questo particolare caso, lo stato SafetyNet. Le scelte possibili sono tre:

  1. Nessuna esclusione, tutto funziona come prima
  2. Escludi dispositivi che non rispondono a requisiti base di integrità
  3. Escludi dispositivi privi di certificazione Google e che non rispondono ai requisiti base di integrità

Il secondo caso, è piuttosto ovvio, riguarda i dispositivi con sistema operativo modificato (root, custom ROM, eccetera). Nella terza voce, invece, la "certificazione Google" in questione è quella che i dispositivi ricevono per installare i GMS (Google Mobile Services). I telefoni di marchi come Meizu e Zuk, anche se venduti ufficialmente in Italia, non hanno il Play Store "out of the box": offrono semplicemente un link per installarlo con facilità. Questi dispositivi, quindi, non sono certificati GMS.


Top gamma Samsung 2015 al giusto prezzo? Samsung Galaxy S6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 349 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE





Source link

Related Post

support
icon
Cerchi aiuto?
Close
menu-icon
Support Ticket

Pin It on Pinterest

Shares
Share This